Il territorio

I Vini della Strada

I percorsi

L'ospitalità

Suggerimenti di viaggio

Photo gallery

Calendario eventi

giugno

L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

luglio

L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Immagine tratta dal territorio tortonese
Sei in: Home page » Il Territorio » [Natura e sport]

Natura e sport

Un considerevole patrimonio ambientale ha da offrire al visitatore il Tortonese. Alle altitudini maggiori troviamo fitti boschi di rovere e faggi, accompagnati, dove il clima si fa più rigido, da abeti e ginepri.

La flora e la fauna della fascia collinare e montana contribuiscono a conferire una decisa tipicità al paesaggio.

Grazie al clima temperato delle valli coltivate, i volatili, presenti in una popolazione varia e numerosa, trovano qui un habitat ideale.

Scoiattoli, ghiri, volpi, cinghiali, caprioli e daini popolano le numerose aree boscose.

La flora è presente principalmente come vegetazione spontanea con concentrazioni rilevanti di castagno e rovere nelle fasce altimetriche più elevate. Nel sottobosco è possibile imbattersi, oltre che nei funghi e nei preziosi tartufi, in profumati arbusti di biancospino, pruno selvatico, erica e ginepro.

Da febbraio all’autunno avanzato è possibile ammirare fioriture ininterrotte di oltre cinquanta specie della splendida orchidea selvatica.

Anche la zona di pianura, particolarmente intorno al torrente Scrivia, racchiude aspetti di notevole interesse ambientale e paesaggistico per il visitatore.

I numerosi sentieri che si snodano lungo il torrente Scrivia consentono piacevoli passeggiate a piedi o divertenti gite in bicicletta.

Cicloturismo ed escursionismo possono essere praticati da tutti i visitatori, a diversi livelli di preparazione sportiva.

Sulle orme del Campionissimo Fausto Coppi, la bicicletta è il mezzo migliore per godere delle bellezze di questo paesaggio.

Per chi è amante della bicicletta, ma non vuole sperimentare le salite più ardue ed ardite dell’Appennino e della Val Curone, le Valli Grue e Ossona rappresentano un percorso facile ma emozionante.

Per gli appassionati di escursionismo, numerosi sentieri si snodano tra le Valli dell’Appennino e si inerpicano sino alle cime più elevate, monte Ebro e monte Chiappo (1700 m s.l.m.).